Dott.ssa
Cristina Abbiate

Professional Counselor a Rimini

Sono Cristina Abbiate, Dott.ssa magistrale in Psicologia.

 

Le mie esperienze di vita mi hanno condotta a scoprire cosa fosse realmente il Counseling attraverso la formazione post-laurea accademica, conseguendo un master alla facoltà di Medicina e Chirurgia: Counseling Sanitario, (tecniche di supporto al paziente).

 

In seguito a questo percorso, l’entusiasmo per il Counseling, mi ha orientato verso l’indirizzo Umanistico-Integrato, presso la scuola AICIS di Bologna, riconosciuta da AssoCounseling, i cui standard sono in linea con quelli della European Association for Counseling (EAC)

 

Il mio obiettivo è stato quello di apprendere tecniche trasversali e integrarle tra loro, impiegandole in ambiti di competenza diversi. Il mio impegno è rivolto alla relazione d’aiuto, con il proposito di promuovere e mantenere il benessere psicofisico dell’utente.

Counseling Pro

Ho sempre desiderato potermi dedicare agli altri e posso dire che la mia prima esperienza di tirocinio, presso il reparto di Psicopatologia dell’Adolesenza dell’Ospedale di Rimini, mi ha insegnato molto a comprendere quanto la sofferenza psichica, possa nascere precocemente e lasciare segni indelebili nell’animo umano. 

 

Da questa esperienza ho elaborato la tesi di laurea: “Schizofrenia ad esordio precoce,” da lì è maturato l’interesse per la psicologia e di conseguenza le mie scelte lavorative, hanno preso strade predefinite.

 

Un’altra esperienza altrettanto significativa è stato poter lavorare come Counselor stagista nella Comunita terapeutica di San Patrignano con alcuni ragazzi ex tossicodipendenti, che stavano terminando  il percorso riabilitativo.  Hanno dimostrato una grande forza reattiva e di voler raggiungere mete importanti.

 

Questo mi ha fatto riflettere molto sull’importanza della capacità di Resilienza che ognuno di noi può utilizzare, anche grazie ad un percorso di counseling, per fronteggiare le avversità e riorganizzare in maniera positiva la propria vita.

Chi è il Counselor Professionale

 

Il Counselor  è un professionista della relazione d’aiuto, e si pone l’obiettivo di stimolare  nell’utente la crescita personale, la consapevolezza, l’autonomia nel compiere le scelte importanti, ma non può e non deve sostituirsi alla figura dello psicoterapeuta.

 

E’ essenziale che il Counselor, durante i colloqui interpersonali, crei una relazione di reciproca fiducia attraverso una concentrazione incondizionata ed empatica nei confronti del cliente, e che oltre ad  ascoltare  le  sue parole sappia prestare attenzione alla comunicazione non verbale che riguarda il linguaggio del corpo, la quale spesso può esprimere il proprio vissuto, più del messaggio semantico, poiché il tono della voce, il gesticolare, l’espressione del volto, può rivelarci dettagli importanti sulla persona che abbiamo di fronte.

 

L’emozione che passa attraverso il corpo, è sempre autentica!

 

Il Counselor non  ha un ruolo direttivo nè retrospettivo, e concentra il suo lavoro “hic et nunc” (qui ed ora), pertanto non va a scavare nel passato ma si concentra sul presente.

 

Il Counseling nasce dalle teorie di Carl Rogers, psicologo statunitense, che sosteneva che l’approccio terapeutico dovesse essere centrato sul cliente, proponendo una concezione radicalmente opposta rispetto a quella delle scuole psicoanalitiche.

 

Intorno agli anni cinquanta, grazie ad autori come Rollo May e Carl Rogers, il counseling prende forza, con lo sviluppo della psicoterapia ad orientamento umanistico ed il paziente si chiamerà cliente.

 

La parola counseling fu utilizzata da Rogers per indicare una relazione interpersonale nella quale il cliente è assisitito, senza perdere di vista la propria  libertà di compiere scelte autonome. Attraverso il counseling “caregiver e cliente”, posti l’uno di fronte all’altro, si incontrano attraverso il principio di autenticità e  responsabilità.